Le proprietà e gli effetti dell’olio CBD per animali

Il CBD è un prodotto sostanzialmente nuovo. Gli studi effettuati fino a questo momento hanno evidenziato una serie di effetti positivi sugli animali domesctici e nessuna controindicazione se i dosaggi vengono rispettati. Il CBD oil per cani e gatti è soprattutto utilizzato per alleviare i disturbi psichici e fisici, ma non solo. Scopriamo tutto nel dettaglio nei paragrafi che seguono.

I benefici e le patologie da curare con il CBD per cani

L’utilizzo del CBD per cani si rivela utile per il trattamento di una serie di patologie e per risolvere alcuni problemi come quello di un cane che piange se lasciato solo in casa. La somministrazione di olio alla cannabis light ad animali che soffrono di stress e ansia può essere infatti la soluzione ideale. Sono stati inoltre dimostrati i seguenti benefici:

  • cura dell’artrosi
  • alleviamento dei dolori
  • miglioramento della digestione
  • riduzione di rischio ictus
  • supporto al sistema immunitario
  • contrasto a crisi epilettiche
  • cura del diabete
  • aumento dell’appetito

In aggiunta a quanto elencato, pare anche che il cannabidiolo sia anche un alleato contro i radicali liberi. Questo significa che piò essere utilizzato come supporto nella cura e prevenzione dei tumori e a migliorare lo stato di salute generale.

Le controindicazioni

Al momento non sono stati riscontrati effetti collaterali dannosi alla salute degni di nota nella somministrazione di olio CBD a cani, gatti o altri animali domestici.

Come somministrare l’olio di CBD a cani e gatti

Una foglia di cannabis, una boccetta di olio CBD e una siringa dosatriceLa forma più comune in cui si trova il CBD per animali domestici è quella in gocce d’olio. A nostro avviso è la tipologia più comoda.

Da noi l’olio di CBD per cani e gatti viene venduto in boccette provviste di una siringa dosatrice. Grazie ad essa sarà possibile somministrare il liquido direttamente nella bocca dell’animale. Se tale operazione non è gradita al nostro amico peloso, allora è consigliabile diluire l’olio in acqua o mischiarlo con il cibo.

Le dosi ideali

Come già anticipato è difficile valutare il dosaggio di CBD per cani senza conoscere la razza dell’animale, il suo peso e la ragione per la quale si è scelto di utilizzare il prodotto. Esistono però delle regole valide che possono risultare utili. In primo luogo è doveroso sottolineare ancora una volta che i cani e gatti sono più sensibili al CBD rispetto agli esseri umani.

Un olio con concentrazione di cannabidiolo del 5% è consigliabile

solo in caso di malattie gravi. Per tutti le altre necessità è meglio scegliere percentuali inferiori, partendo da quelle più basse.

Una seconda regola utile è quella di partire sempre con un dosaggio minimo, per poi aumentare di giorno in giorno. Questo fino a quando non si ottiene il risultato desiderato. Generalmente una volta al dì è più che sufficiente, a meno di estrema necessità. Di norma calcolando 2 gocce di olio di CBD per cani per ogni 5 chili di peso non si sbaglia. Il CBD può essere usato quotidianamente, ma è consigliabile interrompere la cura per qualche settimana ogni circa 3 mesi.